lunedì 26 dicembre 2011

Natale 2011

Io che ho sempre amato il Natale
e adorato l'atmosfera che si respirava nel suo periodo
quest'anno sono arrivata a non tollerarlo più.
A ritenere tutto questo una melassa infinita di ipocrisia e falsita.
Un volere essere felici quando felicità e serentià sono
parole sconosciute
in me, in questo periodo.

Nella mia più grande convinzione di ciò
ho deciso di affrontare tutto questo a modo mio.
Limitando i regali alle persone veramente importanti,
e cercando di studiarli al punto da far loro capire
'' tranquillo la solita ele c'è sempre, qui da qualche parte
she'll be back soon ''

Mi sono resa conto di non esserci riuscita 
quando ho scartato i regali indirizzati da loro a me.
Probabilmente mai regali furono così più azzeccati per me. 
Ho ricevuto un cd, di un poeta che sa come toccare profondamente le corde
della mia anima
e sa farmi commuovere come nessuno può.
Ho ricevuto un diario fatto solo per me
dove le mie foto sono state inserite
tra i più grandi fotografi esistenti
e tra le cose in cui credo di più
per farmi ritrovare la mia strada, per farmi ritrovare le redini del mio 
futuro.

Questo post è di auguri, assolutamente in ritardo.


Auguro a te che stai leggendo questo post
di ritrovare presto la tua strada
Auguro a te che stai leggendo questo post
di ritrovare tutto ciò in cui credevi
perchè nessuno merita che tu ti perda la tua vera vita
Auguro a te che stai leggendo questo post
di essere il meglio di te stesso
quando le persone sono riuscite a tirare fuori solo il peggo di te
Auguro a te che stai leggendo questo post
di avere qualcuno in un angolo di mondo
che sia riuscito a leggerti dentro più di quanto immagini
e che ti stupisca 
quando credi di aver perduto tutto quanto. 
E auguro semplicemente ad ogni persona che passa di qui
di avere un nuovo anno 
plasmato dalle proprie mani.

A te
che sei la sorella che mai ho avuto e mai avro
che hai saputo in poche pagine farmi capire cosa mi sto perdendo
e quanta inutilità e falsita c'è nel ripercorrere con la mente quegli anni 
buttati, falsi, lacerati, marci.
A te 
che sei l'unica che è rimasta a guardare con me.
A te
che presto, diventerai un esibizionista.

A te
che sei una delle persone che meglio è riuscito a capirmi in poco tempo
A te
che mi hai fatto un regalo profondo e stupendo
A te
che sei semplicemente te.


Buone feste

1 commenti:

PrincipiCreativi ha detto...

Io non capisco perché i commenti scarseggiano sotto un post del genere.. Genere che parla, grida, si fa ascoltare. Il genere di post che piace a me. Ti auguro di non perdere mai la voglia di sputare lettere e impastarle sul bianco. Auguri.